Breve Storia dell'ErLUG

Il LUG, ovvero il Linux User Group è l'aggregazione più o meno spontanea di utenti Linux, ed è abitudine ben consolidata ovunque nel mondo. L'egida con cui si forma un LUG è analoga infatti allo stesso spirito che ha dato vita a tutto il movimento free software e open source.

All'inizio del 1999, Daniele Medri, già personaggio "noto" del mondo Linux, decide di fare qualcosa che fino ad allora non era ancora stato fatto: un LUG a livello regionale e federativo. Una forma di aggregazione diversa che cercasse di abbracciare più entità e identità, anche distinte, e che permettesse al gruppo di avere più respiro e spazio. Insieme ad un gruppo di persone viene concretizzato in pochi mesi quello che sarà ErLUG (appunto, l'Emilia Romagna Linux User Group): un gruppo molto aperto che potesse abbracciare i personaggi più diversi, non necessariamente di matrice esclusivamente e squisitamente tecnica. ErLUG infatti, annovera tra le sue fila anche insegnanti e persone di formazione più "umanistica". Legame comune, la passione per Linux, il free software e la voglia di fare qualcosa.

ErLUG è tipologicamente abbastanza differente dal "tipico" LUG italiano. Intanto non nasce in università, ambiente da sempre "florido" nella produzione dei suddetti, bensi' totalmente in rete. In rete avviene l'aggregazione, la crescita e l'interscambio culturale fino al raggiungimento dello statuto che costituirà ErLUG non solo come tale, ma addirittura come Associazione Culturale regolarmente registrata, primo caso in Italia destinato successivamente ad essere seguito da altre realtà come il MILUG, o il LUGGE.

I 10 soci fondatori costituiscono ErLUG il 5 settembre 1999, ed entro la fine dello stesso hanno ha già all'attivo un LIP (Linux Installation Party), altra abitudine mutuata dagli states, dove in un ambiente festoso si installano le macchine di chi lo desidera con una versione del nostro sistema preferito. In pochi mesi, l'esperienza viene replicata sempre con maggior consenso, tre volte a Bologna, e una a Modena.

ErLUG non si limita però a questo: nel 2000, il 28 e 29 ottobre, organizza a Bologna il primo LinuxMeeting dell'Emilia Romagna; l'evento ha carattere nazionale e vede la partecipazione di relatori che vengono da tutta italia e dall'estero (il Prof. Roberto Di Cosmo dalla Francia, Andrea Arcangeli, tra i maggiori sviluppatori italiani del Kernel, giusto per citarne un paio). I temi trattati spaziano dall'ambito tecnico a quello sociale.

ErLUG appronta anche un sito informativo (http://erlug.linux.it) dove è possibile ottenere le ultime news dal mondo Linux, documentazione prodotta in questi anni, nonchè un ampio servizio di Mailing List volte sia all'aiuto dei nuovi utenti, sia alle organizzazioni locali.

Altre attività degne di essere citate sono il progetto mozilla-it, gruppo di traduzione del browser libero derivato da Netscape, nonchè il supporto e l'unione con il prodotto "demolinux", distribuzione "live" del già citato Di Cosmo.

Nel 2001 altre iniziative di respiro nazionale e internazionale attendono ErLUG, da menzionare sicuramente il significativo contributo all'organizzazione del FuturShow 2001 per la parte Linux, in collaborazione con il Milug (Milano), l'apertura della sede ufficiale di Modena e la partecipazione al LinuxExpò, carrovana itinerante che presenta Linux al mondo delle Aziende con manifestazioni in tutto il globo.

Sempre nel 2001, ErLUG è stato uno dei più grossi sostenitori della manifestazione LinuxDay, manifestazione di "concerto" organizzata da ILS (Italian Linux Society), e proposta da praticamente tutti i LUG italiani in una giornata a favore della conoscenza e diffusione di Linux e del free software. La manifestazione, che ha avuto risonanza nazionale, è stata un successo per tutti.

Forte dell'esperienza acquisita nell'organizzazione di eventi volti alla diffusione della cultura del software libero, ErLUG prosegue anche nel 2002 la propria attività, coinvolgendo le principali associazioni della regione e del territorio, e dando vita alla seconda edizione del LinuxMeeting Emilia Romagna; l'evento si tiene a Bologna e si caratterizza per la presenza di relatori sia italiani che stranieri e per contenuti di elevato carattere tecnico.

Anche nel 2002 viene raccolto l'invito di ILS, e alla fine del mese di novembre di tiene a Modena la seconda edizione del LinuxDay. Gli interventi spaziano su vari temi del software libero, con particolare attenzione agli aspetti legati alla sicurezza.

Il 2003 è un anno denso di attività per l'associazione. Vengono organizzati diversi eventi sul territorio regionale e nazionale, cui ErLUG partecipa sia in qualità di relatore che di organizzatore.

Si ricordano in particolare la partecipazione ad un convegno sull'uso di Linux e del software libero nella scuola, organizzato a Chieti dall'associazione Metro Olografix ed altri LUG dell'Abruzzo e la partecipazione alla festa dell'Unità, con dimostrazioni delle possibilità offerte dal software libero.

Di particolare rilievo anche il supporto alle iniziative legate al tema dell'introduzione dei brevetti software in Europa, con la partecipazione al dibattito organizzato nell'ambito della festa nazionale dell'Unità, tenutasi a Bologna, sul tema dei brevetti sul software in Europa, alle iniziative indette da FFII e da altre associazioni e ad un'audizione del Partito Socialista Europeo.

Importante anche l'attività di consulenza svolta per la stesura di una proposta di delibera comunale sull'utilizzo del software libero, per il comune di Bologna.

Dal punto di vista organizzativo, spiccano il convegno "Linux:Problematiche dei sistemi Embedded e Real-Time", curato in collaborazione con L'università di Modena e Reggio Emilia, la terza edizione del LinuxDay, l'evento "Linux e il Software Libero" presso l'Istituto Tecnico Aldini Valeriani di Bologna oltre ai tradizionali LIP.

Recenti Attività

L'inizio del 2004 dà occasione ad ErLUG di fornire un interessante contributo al convegno "Libero software per libera impresa", organizzato dalla LegaCOOP di Bologna, dove si esplorano le basi concettuali per la comprensione del software libero e vengono proposti alcuni casi di applicazione del software libero in realta aziendali.

Prosegue inoltre la consolidata collaborazione con l'Istituto Tecnico Aldini Valeriani con l'organizzazione del primo LIP del nuovo anno.

Dopo un periodo estivo sostanzialmente tranquillo, la fine del 2004 è un periodo decisamente scoppiettante, che vede ErLUG impegnato nell'organizzazione di due eventi che, per motivi diversi, riscuotono grande attenzione nel panorama nazionale.

Il primo degli eventi citati è il tradizionale Linux Day, consueto momento di diffusione delle realtà di Linux e del Software Libero, che si rivela ancora una volta denso e soddisfacente, con diversi talk interessanti a coprire argomenti sia introduttivi che specifici, e diverse installazioni di vario sapore.

Il secondo evento, di portata e impegno organizzativo ben diversi, si svolge in quel di Ferrara, e vede coinvolti in uno sforzo comune ErLUG, FerraraLUG, ParmaLUG, PiacenzaLUG, RELUG e i Perl Mongers Italiani. Si tratta dell'Italian Code Jam 2004, una giornata dedicata alla sviluppo Open che vede alternarsi sul palco alcuni fra i più noti nomi del panorama: Randall Schwarz, Dave Cross, Simo Sorce, Alex Martelli, Andrea Arcangeli, Larry Wall, Michele Simionato, Allison Randall.
Sempre nel corso dell'anno, si registra l'impegno, in collaborazione con Aster, l'Associazione Software Libero, l'Italian Linux Society, il Bologna Free Software Forum ed alcuni consiglieri regionali dell'Emilia Romagna, alla definizione di alcuni emendamenti al progetto di legge d'iniziativa della giunta regionale "Sviluppo regionale della società dell'informazione". A questo tipo di sforzo si aggiunge anche la partecipazione alle iniziative informative volte alla sensibilizzazione sul tema dei brevetti software in Europa.

La fine dell'anno vede il completarsi dell'iter burocratico per l'iscrizione di ERLUG al registro delle associazioni di promozione sociale della provincia di Bologna ed al registro delle libere forme associative del comune di Bologna.

Il 2005 riprende in parte i discorsi iniziati nell'anno precedente, in particolare per le attività di sensibilizzazione sulle tematiche dei brevetti software, e rinnova i consueti appuntamenti pubblici: il Linux Day, che si svolge presso l'istituto Crescenzi-Pacinotti di Bologna, l'inaugurazione della biblioteca del comune di Castel S. Pietro Terme ed una mini conferenza con annesso LIP presso l'Istituto Aldini Valeriani.

Il riconoscimento di ERLUG quale associazione da parte degli organi istituzionali del territorio consente di ampliare le oppurtunità di diffusione della cultura del software libero. Al Linux Day, questa volta ospitato dal Liceo Scentifico Leonardo Da Vinci di Casalecchio di Reno (BO), si aggiungono la partecipazione a Volontassociate - festa del volontariato e dell'associazionismo promossa da VOLABO, dalla provincia e dal comune di Bologna - ed al NoFilterFestival.

Nel 2006 cominciano i "Talk di sera", un'iniziativa a carattere aperiodico con interventi a tema che esplorano l'utilizzo del software libero in contesti anche diversi da quelli prettamente tecnici. Alla sicurezza informatica, la gestione di reti e lo sviluppo si aggiunge una performance audio/video del gruppo Yue, interamente realizzata con l'utilizzo di strumenti liberi.

Oggi

Sono tutt'ora in corso le attività di sensibilizzazione sulle tematiche dei brevetti sofware e dei formati aperti, indirizzate sia al mondo istituzionale che a quello imprenditoriale, a cui si stanno affiancando anche una serie di iniziative rivolte al mondo della scuola.

Sono inoltre in preparazione, in collaborazione con alcuni altri gruppi di utenti Linux emiliani romagnoli, enti di ricerca, università ed enti fieristici, manifestazioni e convegni di rilievo diretti al grande pubblico, agli esperti del settore ed alle aziende.

ERLUG prosegue quindi per la propria strada, con all'attivo diverse mailing list pubbliche, un sito informativo, diversi iscritti e tanti progetti legati alla didattica, alla formazione e alla diffusione della cultura informatica.


Questo articolo è stato redatto da Alessandro Dotti Contra, con il contributo dei soci ERLUG.


Torna alla home page di ERLUG.